Sant'Elena, una vera Croce, innumerevoli frammenti

Dal 1 ottobre 2013, e fino al 30 novembre sarà esposto all’interno delle sale del Museo il  dipinto raffigurante Sant’Elena con la vera Croce, opera di Guglielmo Caccia, detto il Moncalvo (Montabone presso Acqui 1568 – Moncalvo 1625).
Parte del patrimonio dei Beni Culturali Cappuccini eccezionalmente e temporaneamente ritirato dal deposito esterno della parrocchia milanese di Sant’Elena. Questo temporaneo ritorno favorisce una piccola, ma significativa valorizzazione che rappresenta il contributo del Museo dei Cappuccino al progetto in rete nell’anniversario dell’Editto della Tolleranza (313 -2013) promosso dall’AMEI (Associazione dei Musei Ecclesiastici Italiani).

 

La scelta di approfondire la figura di Sant’Elena, madre dell’imperatore Costantino, si pone, quindi, come ulteriore spunto rispetto agli approfondimenti che la città sta facendo in questi mesi sulla figura del grande imperatore, in occasione della ricorrenza dei 1700 anni dall’editto di Milano.
Al termine della conferenza sarà possibile visionare l’opera, presentata anche insieme a qualche stauroteca con la reliquia della Croce di Gesù a testimonianza della diffusa e lunga devozione nei confronti dello strumento di morte del Salvatore, all’interno del museo con la sua collezione permanente fino alle ore 20.

 

L’opera del Moncalvo, dal 1987 viene conservata presso l’altare dedicato alla santa nella parrocchia milanese di Sant’Elena (piazza sant’Elena 5), proveniente dalla chiesa del convento dei frati cappuccini di Santa Maria degli Angeli e San Francesco (p.le Velasquez) di Milano.

 

L’opera, inedita fino al 1995, viene ora valorizzata proprio in occasione delle celebrazioni dei 1700 anni dall’editto di Tolleranza promulgato a Milano dall’imperatore Costantino.
Sant’Elena, madre dell’imperatore, colei che ha ritrovato la vera croce, in quest’opera viene presentata secondo un’iconografia inequivocabile, non solo reggendo il legno della croce, ma anche in un paesaggio nel cui sfondo si riconosce facilmente la città di Gerusalemme.
Il dipinto raffigurante sant’Elena, restaurato nel 1988, fu probabilmente realizzato negli anni 1617-1619. Inconfondibili i caratteri del Moncalvo nella delicatezza dei volti degli angeli ma anche di alcuni dettagli come il velo della santo, o la trattazione del fine cromatismo del cielo.

 

EVENTI SPECIFICI  IN OCCASIONE DELL'ESPOSIZIONE:

Martedì 1 ottobre ore 18.00: Conferenza di apertura dell'esposizione con presentazione dell'iconografia di sant'Elena nella stora dell'arte a cura di Rosa Giorgi.

La conferenza si svolgerà presso l'audotoruium di via A. Kramer 5.

 

Sabato 30 novembre, ore 11.00: Ultimo giorno di esposizione e visita-conferenza alle opere a cura di Rosa Giorgi. Ingresso libero su prenotazione.

torna agli eventi »