AL MUSEO DEI CAPPUCCINI L'ARTE NUTRE LO SPIRITO E IL CORPO

Il Museo dei Cappuccini riapre il 5 maggio, dopo alcuni mesi di chiusura, con un nuovo orario e con un progetto con il quale incontra il tema di Expo 2015.
Con il progetto "Il Museo dei Cappuccini dove l’arte nutre lo spirito e il corpo" i visitatori del Museo saranno invitati ad una donazione facoltativa di 3,50 Euro che sarà devoluta alla mensa dell’Opera San Francesco come offerta per un pasto ai più poveri.
L’iniziativa a favore di Opera San Francesco per i Poveri presenta una modalità diversa di entrare nel tema di Expo 2015 e propone un approccio secondo la realtà del cibo negato a chi è più povero e vive nella difficoltà. Attraverso la visione  della bellezza (le opere d’arte, la possibilità di indagarle e di conoscerle…) che nutre lo spirito, si suggerisce di farne condivisione (l’invito di far conoscere il Museo ad altri, ritornare vedere le opere che il Museo ospita) e di “restituzione” donando con l’offerta facoltativa un pasto per un ospite della mensa dei poveri, ad ogni visita effettuata al Museo.
Ogni visitatore che deciderà di aderire al progetto riceverà come ricordo una cartolina con la riproduzione di una delle opere esposte.


Il Museo dei Cappuccini riapre proponendo la sua collezione suddivisa nelle sezioni riguardanti san Francesco d’Assisi, la storia dei frati minori Cappuccini, i Cappuccini e i Promessi Sposi (l’angolo manzoniano), iconografia sacra da poco arricchita dalla presenza stabile ora della tela del Moncalvo (Guglielmo Caccia 1568 ca. – 1625) raffigurante Sant’Elena con la vera croce, e le opere del secolo XIX provenienti da donazioni.
Un’interessante particolarità e l’attuale scelta espositiva di mostrare nelle vetrine vicino ad alcuni dipinti gli oggetti originali che nei dipinti vengono riprodotti.

 

SCOPRI I NOSTRI APPUNTAMENTI PER MAGGIO E GIUGNO 2015 SCARICANDO IL NOSTRO CALENDARIO

torna agli eventi »