Spazio manzoniano

Per molti il romanzo manzoniano è la fonte privilegiata per la conoscenza di un periodo della nostra storia. Molto di quanto pensiamo di conoscere sulla situazione dello Stato di Milano nel primo Seicento ci deriva, in effetti, dal contesto delle vicende che riguardano i protagonisti de I Promessi Sposi. Tra i personaggi che si muovono nel romanzo, più volte compaiono i frati Cappuccini: difficile dimenticare padre Cristoforo, fra Galdino o padre Felice Casati; alcuni personaggi storici realmente esistiti, altri invece modellati dal Manzoni sulla base di documentazione storica e grazie su quanto egli stesso può ancora vedere nelle persone dei Cappuccini a Milano.

Nel patrimonio dei Beni Culturali Cappuccini alcune preziose opere ricordano quel pezzo di storia di Milano che fa da ambientazione del romanzo: alcune oleografie ottocentesche che ne illustrano alcuni brani, un'incisione che restituisce un'immagine assai rara del Convento di Porta Orientale, la preziosa formella della Madonna che si venerava all'interno del lazzaretto.

 

La sezione prevede anche la parziale ricostruzione del lazzaretto inserita nel tessuto urbano attuale e di una linea temporale che ne ripercorre la storia dalle origini ai giorni nostri attraverso brevi testi ed immagini storiche.

 

La sezione è stata inoltre incrementata con 5 volumi del romanzo, alcune delle quali illustrate, edite dal 1838 al 1915.

Ricordiamo che le pagine verranno regolarmente cambiate in modo da consentire la visione delle illustrazioni che arricchiscono il romanzo.